Recensioni

La tristezza ha il sonno leggero, Lorenzo Marone.

Trama: Erri Gargiulo ha due padri, una madre e mezza e svariati fratelli, È uno di quei figli cresciuti un po’ qua e un po’ là, un fine settimana dalla madre e uno dal padre, Sulla soglia dei quarant’anni è un uomo fragile e ironico, arguto ma incapace di scegliere e di imporsi, tanto emotivo e trattenuto che nella sua vita, attraversata in punta di piedi, Erri non esprime mai le sue emozioni ma le ricaccia nello stomaco, somatizzando tutto. Un giorno la moglie Matilde, con cui ha cercato per anni di avere un bambino, lo lascia dopo avergli rivelato di avere una relazione con un collega. Da quel momento Erri non avrà più scuse per rimandare l’appuntamento con la sua vita. E uno per uno deciderà di affrontare le piccole e grandi sfide a cui si è sempre sottratto: una casa che senta davvero sua, un lavoro che ama, un rapporto con il suo vero padre, con i suoi irraggiungibili fratelli e le sue imprevedibili sorelle. Imparerà così che per essere soddisfatti della vita dobbiamo essere pronti a liberarci del nostro passato, capire che noi non siamo quello che abbiamo vissuto e che non abbiamo alcun obbligo di ricoprire per sempre il ruolo affibbiatoci dalla famiglia. E quando la moglie gli annuncerà di essere incinta, Erri sarà costretto a prendere la decisione più difficile della sua esistenza …

Recensione: Erri attraverso i suoi occhi ci racconta la storia delle sue famiglie, quella del padre, quella della madre e la sua, che condivide con Matilde.

“Le vite degli altri sfilano via veloci, la mia invece è ancorata da tempo immemore.”

Erri è ancorato al passato, continua a ricoprire il ruolo di vittima e per questo da la colpa alla separazione dei suoi genitori, è incapace di prendere decisioni, di dare una svolta alla sua vita, almeno fino a quando la moglie non gli rivela di averlo tradito, è allora che Erri si trova costretto a prendere in mano la sua vita. Trova una nuova casa, un nuovo lavoro e inizia ad affrontare i suoi sentimenti, il suo passato e a prendere decisioni importanti, perché <tutti noi abbiamo paura di fare delle scelte, ma quando arriva il momento bisogna decidere e non guardarsi più indietro.>

La scrittura è scorrevole e i personaggi talmente vari che ci si affeziona per forza a qualcuno, un bel libro che racconta tante storie in una, che fa capire l’ importanza di andare avanti e non restare ancorati al passato, un libro da leggere tutto d’un fiato per scoprire se Erri, alla fine, riuscirà a prendere la decisione più importante della sua vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...