Recensioni

Recensione | Il giardino dei fiori segreti, Cristina Caboni

9788811671749_0_0_300_80Trama: Londra, Chelsea Flower Show, la più grande mostra di fiori del mondo. Sotto gli archi carichi di rose, Iris Donati è felice: fra le piante si sente a casa. Una casa vera, quella che non ha mai avuto, perché fin da piccola ha vissuto in giro per il mondo sola con il padre. Mentre si china per osservare meglio una composizione, Iris rimane paralizzata. Si trova di fronte due occhi uguali ai suoi. Gli stessi capelli castani. Lo stesso viso. La ragazza che ha davanti è identica a lei. Viola è il suo nome. Anche lei ama i fiori e i suoi bouquet sono fra i più ricercati di Londra. Tutte le certezze di Iris crollano in un istante. Quella ragazza è la sua sorella gemella. Sono state divise da piccolissime, e per vent’anni nessuna delle due ha mai saputo dell’esistenza dell’altra. Perché? Ora che sono di nuovo riunite, Iris e Viola devono scoprirlo. Il segreto si nasconde in Italia, a Volterra, dove sono nate. Tra viali di cipressi e verdi declivi, sorge un’antica dimora circondata da un giardino sconfinato. È qui che i Donati vivono da generazioni. Ed è qui che Giulia Donati, la loro nonna, le aspetta. Solo lei può spiegare davvero perché sono state separate e aiutarle a trovare il sentiero giusto per compiere il loro destino. Iris e Viola non lo sanno, ma ogni coppia di gemelle della famiglia, da secoli, ha un compito da svolgere per salvaguardare la sopravvivenza del giardino. Devono imparare cosa significa prendersene cura, e soprattutto devono capire il suo grande potere: quello di curare l’anima. Ma c’è un mistero che affonda le radici nel passato della famiglia Donati, e che sta uccidendo il giardino. Solo Iris e Viola possono salvarlo. C’è una rosa nascosta che può spiegare tutto: perché è attraverso le spine che nasce il cuore più prezioso.

Recensione: Mi sono innamorata di quest’autrice con il suo precedente libro ( La custode del miele e delle api ) e non vedevo l’ora di leggere Il giardino dei fiori segreti, le aspettative erano alte e non sono state per nulla disattese.

Anche in questa storia Cristina Caboni ci racconta un mondo dove la natura e l’amore per essa è totalmente protagonista. Se prima si parlava di api e miele, ora si parla di un giardino e dei suoi meravigliosi fiori, un giardino che è così protagonista da avere anima e da venir chiamato dai protagonisti <lui>, un giardino che vive e che è in grado di trasmettere emozioni. La storia mi ha ricordato subito due film, Genitori in trappola e Il giardino segreto. Come nel primo film, si parla di due gemelle separate fin da piccole a causa della separazione dei genitori e che si ritrovano per caso, e come nel secondo film, si parla di un giardino che sembra morto e che ha bisogno di cure e amore. Nonostante possa sembrare una trama già vista, sono sicura che non riuscirete mai a immaginare il segreto della famiglia Donati, che viene svelato solo al termine di tutta la storia. Le due ragazze, Iris e Viola, una volta scoperto di avere una famiglia, partono per l’Italia, a Volterra, il paese in cui sono nate e dove trovano ad attenderle la nonna Giulia Donati e il suo giardino. Un’ antica leggenda narra che le gemelle della famiglia Donati abbiano il compito di salvaguardare il giardino, e ognuna di esse ha un destino che deve essere compiuto perché il giardino torni allo splendore di un tempo. Sarà Giulia Donati a indicare alle ragazze il sentiero giusto da prendere, aiutandole ad affezionarsi al giardino, grazie al quale Iris e Viola riusciranno a ricostruire il rapporto e la complicità che avevano perso a causa della separazione.

Un libro in cui c’è tutto. Amore, amicizia, riscoperta delle proprie radici e di se stessi, il tutto a incorniciare un bellissimo giardino che non riusciva più a splendere.

Tratto dal libro: “Curare le piante e gli arbusti ci mette davanti al vero ritmo della vita. Ci fa apprezzare la lentezza. Ci fa capire che il senso dell’esistenza non sta nella fretta e nell’angoscia, ma nella calma e nella contemplazione.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...