Recensioni

Recensione | Qualcosa, Chiara Gamberale

9788830447677_0_0_300_80Titolo: Qualcosa
Autore: Chiara Gamberale
Illustratore: Tuono Pettinato

Editore: Longanesi
Pagine: 192
Prezzo: € 14,36 (Ibs)

Trama: La Principessa Qualcosa di Troppo, fin dalla nascita, rivela di possedere una meravigliosa ma pericolosa caratteristica: non ha limiti, è esagerata in tutto quello che fa. Si muove troppo, piange troppo, ride troppo e, soprattutto, vuole troppo. Ma quando, per la prima volta, un vero dolore la sorprende, la Principessa si ritrova «un buco al posto del cuore». Com’è possibile che proprio lei, abituata a emozioni tanto forti, improvvisamente non ne provi più nessuna? Smarrita, Qualcosa di Troppo prende a vagare per il regno e incontra così il Cavalier Niente che vive da solo in cima a una collina e passa tutto il giorno a «non-fare qualcosa di importante». Grazie a lui, anche la Principessa scopre il valore del «non-fare», del silenzio, perfino della noia: tutto quello da cui è abituata a fuggire. Tanto che, presto, Qualcosa di Troppo si ribella. E si tuffa in Smorfialibro, il nuovo modo di comunicare per cui tutti nel regno sembrano essere impazziti, s’innamora di un Principe sempre allegro, di un Conte sempre triste, di un Duca sempre indignato e, pur di non fermarsi e di non sentire l’insopportabile «nostalgia di Niente» che la perseguita, vive tante, troppe avventure… Fino ad arrivare in un misterioso luogo color pistacchio e capire perché «è il puro fatto di stare al mondo la vera avventura».

Recensione: La storia raccontata da Chiara Gamberale è la storia della principessa Qualcosa di Troppo, la cui caratteristica principale è quella di eccedere in qualsiasi cosa faccia e di sentire tutto amplificato. La piccola principessa ride troppo, parla troppo, cammina troppo, dorme troppo, gioca troppo e si dispera troppo. I bambini intorno a lei invece sono semplici Ragazzini Abbastanza, mai troppo felici o troppo annoiati, semplicemente abbastanza e non fanno altro che evitarla. All’età di 13 anni, con la morte della mamma, Qualcosa di troppo scopre di avere un buco nel cuore, lei che fino ad allora aveva sempre fatto tutto in maniera esagerata, ora non riesce a cacciare fuori neanche una lacrima da quanto è triste, non sente più niente.

Perché, quando succedono cose troppo brutte, ci mettiamo un po’ ad accettarle, tanto che all’inizio non ci sembrano nemmeno vere. E mentre la testa prende tempo per capirle, il cuore ci diventa un pezzo di groviera. È così che succede.

È proprio in quel momento che fa conoscenza col Cavalier Niente, il quale al contrario di Qualcosa di troppo passa le giornate a non fare, ed è grazie a lui che inizia a capire l’importanza dello stare fermi senza cercare di riempire a forza un buco che deve semplicemente essere sopportato. Quando la principessa compie 15 anni però qualcosa cambia, litiga col Cavalier Niente e finisce nuovamente a riempire le sue giornate con le attività più disparate finché il padre non decide che per Qualcosa di Troppo è ora di cercare marito. È così che conoscerà Qualcosa di Buffo, Qualcosa di Blu,Qualcosa di Giusto, Qualcosa di Speciale, Qualcosa di Più, tutti principi con una caratteristica particolare dei quali la principessa pensava di essere innamorata e che invece lascia andare uno dopo l’altro.

Il cosiddetto amore porta un sacco di guai, è vero. Ma più di ogni altra cosa dovrebbe farci sentire liberi.

Dopo tante avventure la principessa capisce finalmente di voler far pace con Niente, di dover sopportare il vuoto che sente dentro di sé per poter essere finalmente libera di scegliere e di aver voglia. Perché è solo facendo pace con se stessi che si può pensare di fare le cose per voglia e non per bisogno di tappare un buco.

Chiara Gamberale in questo libro affronta temi importanti come la morte, l’amore e l’amicizia utilizzando un linguaggio semplice che arriva dritto al cuore. Parla della nostra società, di tutti noi, di quel vuoto che spesso si ha dentro e che si cerca di riempire per forza semplicemente per non pensare realmente a ciò che vogliamo e a ciò che ci fa soffrire. Siamo talmente circondati da tanti stimoli che sembra  che la società stessa voglia allontanarci da ciò che conta veramente, star bene con noi stessi.

Qualcosa è una favola moderna, un piccolo gioiello che dietro parole semplici e belle illustrazioni nasconde un messaggio che si rivolge a tutti, piccoli e grandi, quello di accettare il buco che sentiamo dentro di noi senza cercare di riempirlo per forza, perché semplicemente «è il puro fatto di stare al mondo la vera avventura».

Se avete amato libri come Il piccolo principe o Olga di carta, non potete non leggere anche Qualcosa di Chiara Gamberale, sono sicura che lo apprezzerete tanto.

One thought on “Recensione | Qualcosa, Chiara Gamberale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...