book list

8 Marzo: festeggia con un libro

L’8 Marzo, come ogni anno, si festeggerà la giornata internazionale delle donne. Le mimose sono sempre ben accette, ma che ne dite di regalare/regalarvi anche un buon libro? Qui sotto vi parlo di donne che in vari modi hanno lasciato un segno e si sono distinte per le loro abilità, a ognuna delle quali abbino un libro da leggere per conoscere meglio la loro storia.

Frida Kahlo

frida-kahlo_99pvxMagdalena Carmen Frida Kahlo y Calderón nasce il 6 luglio 1907 a Coyoacán (Messico), fin dall’adolescenza manifesta talento artistico ed uno spirito indipendente e passionale, riluttante verso ogni convenzione sociale. Frida è la pittrice messicana più famosa ed acclamata di tutti i tempi, diventata famosa anche per la sua vita tanto sfortunata quanto travagliata.
Da leggere: Viva la vida!, Pino Cacucci (€5,95 Ibs)

Alda Merini

alda_meriniAlda Merini, poetessa milanese, nasce nel capoluogo lombardo il 21 marzo 1931. Ha esordito nel 1953 con La presenza di Orfeo seguito da Paura di Dio (1955), Nozze romane (1955), Tu sei Pietro (1961). Dopo un ventennio di silenzio segnato da una dolorosa malattia e dall’esperienza dell’ospedale psichiatrico, la Merini torna a scrivere; lo fa con testi intensi e drammatici che raccontano le sue sconvolgenti esperienze al manicomio. Il suo ultimo lavoro è datato 2006: Alda Merini si avvicina al genere noir con “La nera novella” (Rizzoli). Alda Merini muore a Milano il giorno 1 novembre 2009 nel reparto di oncologia dell’ospedale San Paolo a causa di un tumore osseo.
Da leggere: L’altra verità. Diario di una diversa, Ada Merini (€ 7,65 Ibs)

Malala Yousafzai

malala-yousafzai_antonio-olmosMalala comincia a scrivere all’età di undici anni della vita sotto i talebani su un blog in urdu della BBC. Nel 2011 come riconoscimento per il suo coraggio e il suo impegno in favore dei diritti delle donne riceve il Pakistan’s National Youth Peace Prize.
Il 9 ottobre 2012 mentre si trova nell’autobus che la riporta a casa dopo la scuola, un uomo sale a bordo e le spara in faccia lasciandola in fin di vita. Anche se ha appena undici anni, per i talebani è colpevole di aver gridato al mondo il suo desiderio di leggere e di studiare.
Dopo l’attentato subito, continua la sua campagna universale per il diritto all’istruzione attraverso il Malala Fund, organizzazione non profit che raccoglie fondi da dedicare a progetti educativi in tutto il mondo. Nel 2014 riceve il premio Nobel per la pace insieme a Kailash Satyarthi “per la loro battaglia contro la repressione dei bambini e dei giovani e per il diritto di tutti i bambini all’educazione”.
Da leggere: Io sono Malala, Malala Yousafzai, Christina Lamb (€ 12,66 Ibs)

Rita Levi-Montalcini

rita-levi-montalciniNata a Torino nel 1909, si è laureata in Medicina presso l’Istituto di Anatomia Umana della stessa Università. Fin dai primi anni universitari si dedica agli studi sul sistema nervoso. Nel 1951 si reca in Brasile per poter eseguire gli esperimenti di colture in vitro presso l’Istituto di Biofisica dell’Università di Rio de Janeiro, dove, nel dicembre dello stesso anno, tali ricerche le consentono di identificare il fattore di crescita delle cellule nervose (Nerve Growth Factor, noto con l’acronimo NGF). Questa scoperta le valse, nel 1986, il Premio Nobel per la Medicina.
Da leggere: Elogio dell’imperfezione, Rita Levi-Montalcini (€ 9,25)

Margherita Hack

margherita-hackMargherita Hack è stata una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana.
Il suo nome è legato a doppio filo alla scienza astrofisica mondiale. Conosciuta, oltre che per la sua innata simpatia, per la capacità di divulgare la sua materia senza privarla della dovuta scientificità, nel 1995 ha ricevuto il Premio Internazionale Cortina Ulisse per la divulgazione scientifica.
Da leggere: Hack! Come io vedo il mondo, Margherita Hack (€ 4,95 Ibs)

Ada Byron Lovelace

ada_lovelaceAugusta Ada Byron, meglio nota come Ada Lovelace, è stata una matematica inglese, nota soprattutto per il suo lavoro alla macchina analitica ideata da Charles Babbage. Tra i suoi appunti sulla macchina di Babbage si rintraccia anche un algoritmo per generare i numeri di Bernoulli, considerato come il primo algoritmo espressamente inteso per essere elaborato da una macchina, tanto che Ada Lovelace è spesso ricordata come la prima programmatrice di computer al mondo.
Da leggere: Ada Byron Lovelace. La fata matematica. Storia della donna che sognò il computer, Valeria Patera (€ 7,65 Ibs)

Dorothy Vaughan, Mary Jackson, Katherine Johnson e Christine Darden

Se John Glenn ha orbitato intorno alla terra e Neil Armstrong è stato il primo uomo a camminare sulla luna, parte del merito va anche alle scienziate della NASA che negli anni Quaranta elaborarono i calcoli matematici che avrebbero permesso a razzi e astronauti di partire alla conquista dello spazio. Tra loro c’era anche un gruppo di donne afroamericane di eccezionale talento, originariamente relegate a insegnare matematica nelle scuole pubbliche “per neri” del profondo Sud degli Stati Uniti. Dorothy Vaughan, Mary Jackson, Katherine Johnson e Christine Darden furono chiamate in servizio durante la Seconda guerra mondiale a causa della carenza di personale maschile, quando l’industria aeronautica americana aveva un disperato bisogno di esperti con le giuste competenze. Il loro contributo, benché le leggi sulla segregazione razziale imponessero loro di non mescolarsi alle colleghe bianche, si rivelò determinante per raggiungere l’obiettivo a cui l’America aspirava: battere l’Unione Sovietica nella corsa allo spazio e riportare una vittoria decisiva nella guerra fredda.
Da leggere: Il diritto di contare, Margot Lee Shetterly ( € 15,30 Ibs)

Samantha Cristoforetti

samantha_cristoforetti_official_portraitSamantha Cristoforetti è un’aviatrice, ingegnere, astronauta militare italiana, prima donna italiana negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea. Con la missione ISS Expedition 42/Expedition 43 Futura del 2014-2015 ha conseguito il record europeo e il record femminile di permanenza nello spazio in un singolo volo (199 giorni).
Da leggere: Nello spazio con Samantha, Samantha Cristoforetti, Stefano Sandrelli ( € 11,05 Ibs)

Marie Curie

220px-Marie_Curie_c1920.pngMaria Skłodowska, meglio nota come Marie Curie, è stata una chimica e fisica polacca naturalizzata francese. Nel 1903 fu insignita del premio Nobel per la fisica (assieme al marito Pierre Curie e ad Antoine Henri Becquerel) per i loro studi sulle radiazioni e, nel 1911, del premio Nobel per la chimica per la sua scoperta del radio e del polonio. Marie Curie crebbe nella Polonia russa; poiché qui le donne non potevano essere ammesse agli studi superiori, si trasferì a Parigi e nel 1891 iniziò a frequentare la Sorbona, dove si laureò in fisica e matematica. Nel dicembre del 1897 iniziò a compiere degli studi sulle sostanze radioattive, che da allora rimasero al centro dei suoi interessi. Dopo la morte accidentale del marito Pierre Curie, avvenuta nel 1906, le fu concesso di insegnare nella prestigiosa università della Sorbona. Due anni più tardi le venne assegnata la cattedra di fisica generale, diventando la prima donna ad insegnare alla Sorbona.
Da leggere: Genio ossessivo. Il mondo interiore di Marie Curie,Barbara Goldsmith (€ 18,70 Ibs)

Le biografie sono state prese da:
Wikipedia
Ibs
Biografieonline

 

 

 

One thought on “8 Marzo: festeggia con un libro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...