Recensioni

Recensione | Magari domani resto, Lorenzo Marone

9788807032202_0_0_300_80Titolo: Magari domani resto
Autore: Lorenzo MArone
Editore: Feltrinelli
Pagine: 320
Prezzo: € 14,02 (Ibs)

Trama: Luce, una trentenne napoletana, vive nei Quartieri Spagnoli ed è una giovane onesta, combattiva, abituata a prendere a schiaffi la vita. Fa l’avvocato, sempre in jeans, anfibi e capelli corti alla maschiaccio. Il padre ha abbandonato lei, la madre e un fratello, che poi ha deciso a sua volta di andarsene di casa e vivere al Nord. Così Luce è rimasta bloccata nella sua realtà abitata da una madre bigotta e infelice, da un amore per un bastardo Peter Pan e da un capo viscido e ambiguo, un avvocato cascamorto con il pelo sullo stomaco. Come conforto, le passeggiate sul lungomare con Alleria, il suo cane superiore, unico vero confidente, e le chiacchiere con il suo anziano vicino don Vittorio, un musicista filosofo in sedia a rotelle. Un giorno a Luce viene assegnata una causa per l’affidamento di un minore, e qualcosa inizia a cambiare. All’improvviso, nella sua vita entrano un bambino saggio e molto speciale, un artista di strada giramondo e una rondine che non ha nessuna intenzione di migrare. La causa di affidamento nasconde molte ombre, ma forse è l’occasione per sciogliere nodi del passato e mettere un po’ d’ordine nella capatosta di Luce. Risolvendo un dubbio: andarsene, come hanno fatto il padre, il fratello e chiunque abbia seguito il vento che gli diceva di fuggire, o magari restare?

Recensione: Magari domani resto racconta la storia di Luce Di Notte, una trentenne onesta e testarda che vive nei Quartieri Spagnoli e che si ritrova a vivere una vita che non la soddisfa del tutto. Abbandonata dal padre quando era solo una bambina, Luce cresce con una mamma bigotta, una nonna amorevole e un fratello poi scappato al Nord. Si laurea in giurisprudenza col massimo dei voti e finisce a fare l’avvocato presso lo studio di uomo viscido che perde anche troppo tempo a farle complimenti, a coronare il tutto, viene pure lasciata dal fidanzato. Insomma, Luce ha tutte le ragioni del mondo per essere furiosa con la vita, solo l’incontro con un bambino speciale, un artista di strada, e il suo vicino di casa Don Vittorio riusciranno ad ammorbidirla un po’.

Per la prima volta Lorenzo Marone scrive un romanzo che ha come protagonista una donna, descrivendo una giovane combattiva che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. Luce conquista il lettore fin dalle prime pagine, accompagnandolo alla scoperta della Napoli dei Quartieri Spagnoli e raccontando semplicemente i sui dubbi, le sue paure e i suoi sentimenti.

Ogni personaggio citato nel libro riveste un ruolo importante, dal vicino di casa Don Vittorio che dispensa preziosi consigli sulla vita, a Kevin che con la sua intelligenza riesce a far breccia nel cuore apparentemente freddo di Luce, alla piccola rondine che da sola non riesce a spiccare il volo. A fare da sfondo Napoli, i suoi quartieri, il suo mare e le persone che la popolano. Ma anche la camorra, che nel libro è presente, e di cui si parla senza usare toni esasperati e crudi; una realtà che esiste ma che non prende il sopravvento, una realtà che resta sullo sfondo e viene oscurata dalla luce dei tanti personaggi positivi di questo libro.

Camorra è una parola che qui non si usa, non si può pronunciare. Qui al massimo si parla di Sistema, intendendo con questo termine un qualcosa di organizzato. Qui la camorra puoi anche far finta di non vederla, se ti riesce; lei ti cammina accanto, ti sfiora come una leggera brezza primaverile e ti sconcica un po’ i capelli.

La storia di Luce è quella di tanti giovani che si ritrovano a un certo punto della loro vita a portare avanti un’ esistenza di cui non sono soddisfatti. La sua vita la pone davanti a un bivio: partire o restare? Ma è questa la domanda che ci si dovrebbe porre in certi casi? Siamo sicuri che lasciandoci tutto indietro la nostra vita possa veramente cambiare?

A volte la puzza di umidità scompare semplicemente aprendo la finestra. Non c’è bisogno di andarsene chissà dove.

Un romanzo che con il suo linguaggio semplice, diretto e poetico infonde coraggio, il coraggio di prendere in mano la propria vita e di essere felici, che sia nel quartiere in cui si è cresciuti o dall’altra parte del mondo, poco importa.

One thought on “Recensione | Magari domani resto, Lorenzo Marone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...