Recensioni

Recensione | Un delitto quasi perfetto, Jane Shemilt

9788854191303_0_0_300_80Titolo: Un delitto quasi perfetto
Autore: Jane Shemilt
Editore: Newton Compton
Pagine: 317
Prezzo: € 8,42 (Ibs)

Trama: Emma e Adam Jordan sono due medici all’apice della carriera, così quando viene loro offerta l’opportunità di trascorrere un anno in Africa, con i tre figli, per collaborare a un progetto di ricerca, accettano con entusiasmo, convinti sia l’occasione che aspettano da sempre. E sarà di certo un’esperienza che non dimenticheranno, ma non per le ragioni che i Jordan immaginano. Quando una sera Emma torna a casa e trova vuota la culla del piccolo Sam, la famiglia capisce che il sogno si è trasformato nel peggiore degli incubi. Un anno dopo, a migliaia di chilometri di distanza, Emma è ancora ossessionata dall’immagine di quella culla vuota, e continua a isolarsi sempre di più dal resto della famiglia. Che ne è stato di Sam? È ancora vivo? Si è trattato di un rapimento o di qualcosa di più inquietante? Cos’è successo davvero quella notte?

Recensione: Un delitto quasi perfetto viene descritto come un grande thriller, una storia appassionante, inquietante, ricca di tensione e suspance; peccato che io non ci abbia trovato niente di tutto questo.

La storia è incentrata sulla sparizione del piccolo Sam, figlio di Emma e Adam, due medici che vivono a Botsuwana, in Africa. Il rapimento avviene subito nel primo capitolo, l’autrice poi ci riporta a Londra, un anno prima, per spiegarci meglio la storia. Nei capitoli si susseguono le dinamiche familiari della famiglia Jordan, composta da Emma, Adam e dalle due figlie, ci viene raccontato il lavoro dei due, la vita delle bambine, i loro problemi, la decisione di partire per l’Africa, il tutto in un tempo davvero lungo. La prima parte del libro è lenta e molte delle vicende raccontate le ho trovate inutili ai fini della trama.

Andando avanti si aggiungono nuovi elementi, e si entra nel vivo della storia con le ricerche del piccolo Sam. Perché questo succeda dobbiamo attendere più di metà libro, fortunatamente poi il lettore viene maggiormente coinvolto e si da uno sprint a tutta la storia. Nonostante questo il finale appare improbabile, soprattutto per l’introduzione di elementi mistici che aiutano a dare sì una svolta al caso ma che rendono la storia poco credibile; inoltre mi è sembrato tutto troppo veloce e semplicistico, anche se devo ammettere che non mi sarei aspettata un epilogo del genere.

Dal punto di vista psicologico è tutto ben descritto, nonostante ciò non sono riuscita ad entrare completamente nel racconto, né tanto meno ad immedesimarmi nei vari personaggi che vengono presentati nel libro. Insomma, nel complesso per me è no.

Voi l’avete letto? Fatemi sapere il vostro parere tra i commenti!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...