Recensioni

Recensione | Allah, San Gennaro e i tre kamikaze, Pino Imperatore

9788804675075_0_0_300_75Titolo: Allah, San Gennaro e i tre kamikaze
Autore: Pino Imperatore
Editore: Mondadori
Pagine: 216
Prezzo: € 14,88 (Ibs)

Trama: I mesi di addestramento sono stati durissimi. Ma adesso per Salim, Feisal e Amira il momento tanto atteso è arrivato. Il terribile Macellaio, l’uomo che li ha formati, che li ha resi degli invincibili guerriglieri, sta per comunicare il luogo dove andranno a compiere la loro santa missione. L’attesa è spasmodica. Finalmente l’obiettivo è svelato: Europa, Italia, Napoli. Napoli? Perché proprio Napoli? Così, i tre giovani aspiranti terroristi si trovano a dover organizzare un attentato in una delle città più affascinanti e imprevedibili del mondo. Salim si occuperà dei mezzi di trasporto: stazioni ferroviarie, metropolitane, traghetti. Feisal passerà in rassegna musei, chiese e monumenti, mentre ad Amira toccherà il compito apparentemente più semplice: bazzicare i locali della movida e osservare le abitudini dei residenti e dei turisti. Una volta fissati gli obiettivi, agiranno insieme. Ma i tre hanno sottovalutato Napoli, che manda sistematicamente a monte i loro piani. Sotto il tiro incrociato delle bellezze artistiche e di un’umanità fantasiosa, bizzarra e piena di calore, riusciranno Salim, Feisal e Amira a rimanere fedeli alla loro missione? O Napoli, con la sua storia e i suoi abitanti, scioglierà il ghiaccio dei loro cuori?

Recensione: Allah, san Gennaro e i tre kamikaze parla di tre aspiranti kamikaze e del loro progetto di attentato a Napoli. Salim, Feisal e Amira partono dal loro paese con le peggiori intenzioni, ma una volta giunti a Napoli capiscono che realizzare il loro piano sarà più difficile di quel che credevano. Ognuno di loro ha un compito ben preciso, devono infatti scegliere il luogo dell’attentato e per farlo hanno bisogno di conoscere meglio la città.

Scioperi, ritardi e convogli strapieni di passeggeri, il Museo Archeologico Nazionale, la devozione per San Gennaro, la gentilezza dei napoletani; grazie alle avventure dei tre kamikaze Pino Imperatore ci porta alla scoperta di una Napoli ricca di storia e di cultura ma anche dei problemi, come quello dei trasporti, tipici di tutta Italia. Napoli viene raccontata e vissuta dai tre protagonisti, e grazie a loro non potrete non innamorarvi della città.

Vieni, o straniero, nella grande Napoli, vedila, e muori!

Il libro affronta un tema attualissimo e preoccupante e lo fa attraverso una scrittura semplice, divertente e scorrevole. Attraverso l’esperienza dei tre protagonisti, capiamo come sia facile cambiare prospettiva quando ci si trova in un nuovo luogo, a contatto con persone e tradizioni diverse, come l’unica strada possibile per evitare lo scontro sia la conoscenza, l’integrazione e il rispetto delle culture altrui.

È possibile stabilire un dialogo sereno fra i popoli, nel rispetto delle loro diversità? Definitemi pure un utopista, un sognatore, ma resto convinto che i punti d’intesa siano di gran lunga superiori a quelli che determinano scontri e fratture. Dobbiamo smetterla di alzare muri e dedicarci invece alla costruzione di ponti. Il dialogo è un valore da cui non si può prescindere. Il dialogo è possibile e necessario. E lo è anche fra l’Islam e l’Occidente, due mondi in teoria distanti e contrapposti, in realtà vicini e conciliabili per merito di molti elementi storici, culturali e finanche religiosi.

Riusciranno Amira, Feisal e Salim a compiere l’attentato?  O Napoli con le sue bellezze e i suoi problemi gli metterà il bastone fra le ruote? Per saperlo non dovete fare altro che correre a comprare questo libro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...